Il Tar risarcisce emodanneggiato

 

CATANZARO - Ha scoperto di aver contratto l'epatite C a causa di una trasfusione di sangue avvenuta nel corso di un intervento chirurgico. Cosa che gli dà diritto all'indennizzo mensile, in base alla legge 210/92 che, però, non gli viene corrisposto.
A seguito di questa inadempienza l'avvocato Francesco Pitaro, a cui il paziente si è rivolto, ha ottenuto dal Tribunale di Catanzaro un'ingiunzione al pagamento nei confronti del Ministero della Salute. Il Ministero, secondo quanto riferisce il legale, non ha inteso pagare. Pertanto la persona che ha ritenuto lesi i suoi diritti, ha presentato ricorso al Tribunale amministrativo regionale della Calabria, che lo ha accolto ordinando al Ministero della Salute di pagare l'indennizzo entro trenta giorni.
"In caso di perdurante omissione da parte del Ministero - ha precisato il legale - è prevista la nomina di un Commissario ad acta che paghi l'indennizzo in sostituzione dello stesso Dicastero".
 

Please reload

Scegli la provincia 

Troverai l'elenco delle strutture convenzionate.

Cosenza
Crotone
Catanzaro
Vibo Valentia
Reggio Calabria
Please reload

Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
uneba calabria
UNEBA Calabria
Unione nazionale istituzioni e iniziative di assistenza sociale
P.iva/C.F.: 97063640797 
Via Lucrezia Della Valle 19/39 - 88100 Catanzaro (CZ)
unebacalabria@gmail.com