Ritardi degli ospedali, Sposato (Cgil): Regione responsabile

Ritardi degli ospedali, Sposato (Cgil): Regione responsabile

CASSANO ALLO IONIO - «Sulla

questione degli ospedali non si può continuare con il balzello

delle responsabilità. Da una parte si accusa la gestione

commissariale di aver bloccato la sanità, dall’altra, però,

sulla realizzazione degli ospedali si è rimasti impantanati con

le crisi che hanno le grandi aziende». A dirlo è stato il segretario

generale della Cgil calabrese Angelo Sposato nel corso di un convegno

sul tema «Infrastrutture, legalità e Lavoro per sbloccare la

Calabria».

«Noi - ha aggiunto - avevamo detto già due anni fa quali erano

le condizioni delle imprese, avevamo detto anche di verificare

le condizioni per arrivare anche a possibili soluzioni

alternative con la Regione Calabria che purtroppo ha perso tempo

anche su questa questione. Ci ritroviamo oggi con la

realizzazione degli ospedali che ancora non è partita e una

sanità che rischia il collasso a partire da quello che è stato

il regime commissariale del decreto Calabria. C'è bisogno come

il pane di nuove infrastrutture e la Regione, in questo caso,

non può scaricare le responsabilità solo sul governo nazionale.

Sulla mancata realizzazione degli ospedali calabresi ci sono

grandi responsabilità ed è bene che la regione si assuma le

proprie». 

Scegli la provincia 

Troverai l'elenco delle strutture convenzionate.

Cosenza
Crotone
Catanzaro
Vibo Valentia
Reggio Calabria