Catanzaro,protesta dei precari

 

CATANZARO - Manifestazione a Catanzaro dei
precari della sanità - tra medici, infermieri e Oss - già
licenziati o in attesa di ricevere la lettera dall’Azienda
ospedaliera Pugliese-Ciaccio del capoluogo. Lettera che è
previsto che arrivi a tutti entro il 31 dicembre, data stabilita
dal decreto del commissario per il Piano di rientro dal deficit
sanitario Saverio Cotticelli. Ed è a lui che si rivolgono, con
lenzuola e cori, i precari. «Grazie a Cotticelli - spiegano -
200 precari vanno a casa. Quello che non è chiaro è come è
possibile che un giorno siamo troppi, c'è un esubero e per
questo ci mandano via. Poi, da una settimana all’altra, c'è una
carenza e stanno accorpando i reparti. Chi ne farà le spese? I
pazienti. Chi andrà al pronto soccorso e non troverà un posto.
La cosa grave è che i politrauma arrivano tutti al 'Pugliesè e
con questi tagli cosa bisogna fare? Sono stati tutti sordi e
ciechi e non ne capiamo il motivo. L’alternativa è morire?». Il
corteo dei precari si è concluso davanti la Prefettura.
I precari vorrebbero
confrontarsi con il precedente commissario, Massimo Scura, che a
loro dire «ha sempre cercato di risolvere i nostri problemi, ma
soprattutto ci ha sempre accolto con un sorriso e mai sbattuto
la porta in faccia».
«Io - racconta una Oss - ho lavorato per anni nel reparto di
oncologia e per me era importante portare un sorriso. Come
faranno ora con i posti letto in meno? Sarà difficile acquistare
anche i farmaci. Questo bisogna dirlo ai cittadini che vengono
in ospedale per essere curati».  

Please reload

Scegli la provincia 

Troverai l'elenco delle strutture convenzionate.

Cosenza
Crotone
Catanzaro
Vibo Valentia
Reggio Calabria
Please reload

Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
uneba calabria
UNEBA Calabria
Unione nazionale istituzioni e iniziative di assistenza sociale
P.iva/C.F.: 97063640797 
Via Lucrezia Della Valle 19/39 - 88100 Catanzaro (CZ)
unebacalabria@gmail.com