Calabria ai primi posti per i vaccini

 

CATANZARO - Il presidente della Regione
Mario Oliverio e il dirigente generale della Sanità Antonio
Belcastro hanno aperto la campagna «Non farti influenzare…
vaccinati», vaccinandosi nei locali del laboratorio
infermieristico della Cittadella a Catanzaro con i medici di
medicina generale Gennaro De Nardo, Giuseppe Varrina, Piero
Vasapollo e Antonio D’Ingianna, rispettivamente dell’Asp di
Catanzaro, Crotone e Cosenza, coadiuvati dall’infermiera
dell’Uccp (Unità complessa cure primarie) di Catanzaro Angela
Candido. Presente all’iniziativa anche l’infermiere
dell’ambulatorio della Regione Maurizio Marino. Ne dà notizia un
comunicato dell’ufficio stampa della Giunta regionale.
Per sensibilizzare la popolazione calabrese a farsi vaccinare
contro il virus influenzale, il presidente Oliverio ha poi
lanciato un appello. «Trovate 10 minuti - ha affermato -
recatevi dal vostro medico di base e vaccinatevi contro le
malattie stagionali. Il vaccino è gratuito, facile, non ha
nessun effetto collaterale e rappresenta un atto di prevenzione
importantissimo. I medici di medicina generale, in questo senso,
svolgono un ruolo essenziale perché a contatto con il territorio
da dove, lo dico da sempre, bisogna ripartire superando il
depotenziamento causato anche dai lunghi anni di gestione
commissariale della sanità calabrese. Nei prossimi giorni
saranno avviati i Centri di cure primarie che consentiranno,
appunto, di avere un servizio di prossimità sul territorio e, mi
auguro, possano garantire anche la ripartenza di un sistema
sanitario afficiente per offrire servizi e cure qualificati a
tutti i cittadini».
Sull'importanza della vaccinazione dal punto di vista
sanitario, assistenziale ed anche economico si è soffermato il
dirigente Belcastro, il quale ha sottolineato che «la
vaccinazione è un mezzo sicuro ed efficace per prevenire
l'influenza e per ridurne le possibili complicanze, temibili
soprattutto per le persone con malattie croniche o anziane e per
le donne in gravidanza. Si tratta di patologie che soprattutto
negli anziani si possono cronicizzazione e portare
all’ospedalizzazione del paziente con costi elevati per il
servizio sanitario. Perciò questa campagna vaccinale, promossa
in alleanza con i medici di medicina generale, ha l’obiettivo di
convincere la maggior parte della popolazione a vaccinarsi.
L'organizzazione mondiale della sanità con il Ministero si sono
posti l’obiettivo di raggiungere il 75% degli over 65. Ma come
Regione abbiamo deciso di abbassare l’asticella, consentendo
anche ai sessantenni di vaccinarsi gratuitamente. Vogliamo
raggiungere la percentuale del 75% perché ciò significa anche
non contagiare il restante 25. Pertanto, con questa campagna
auspichiamo di conquistare il maggior numero di cittadini
calabresi perché non dobbiamo dimenticarci che quando si parla
di vaccinazioni si parla di sanità pubblica».
Un auspicio espresso anche dai medici di medicina generale i
quali, dopo aver evidenziato che «la Calabria è tra i primi
posti in Italia per numero di vaccinazioni effettuate», hanno
dichiarato che «la vaccinazione non è né dannosa, né pericolosa,
ma un momento di prevenzione di massa».
«Il periodo più opportuno per la vaccinazione - conclude la
nota dell’ufficio stampa della Giunta regionale - è compreso tra
novembre e dicembre. Le vaccinazioni vengono effettuate dal
medico di medicina generale e dai servizi vaccinali dell’Azienda
sanitaria. Per informazioni ci si deve rivolgere al proprio
medico di medicina generale o al pediatra di libera scelta». 

Please reload

Scegli la provincia 

Troverai l'elenco delle strutture convenzionate.

Cosenza
Crotone
Catanzaro
Vibo Valentia
Reggio Calabria
Please reload

Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
uneba calabria
UNEBA Calabria
Unione nazionale istituzioni e iniziative di assistenza sociale
P.iva/C.F.: 97063640797 
Via Lucrezia Della Valle 19/39 - 88100 Catanzaro (CZ)
unebacalabria@gmail.com