Reggio, prof. contagiato e facoltà chiusa


REGGIO CALABRIA, - Un docente dell’Università

Mediterranea di Reggio Calabria è risultato positivo al

coronavirus. Il docente ora si trova a Catania. Dal Dipartimento di Agraria dell’Università Mediterranea è stato

diramato un avviso a tutto il corpo docente e ai rappresentanti

degli studenti, confermato dai vertici sanitari dell’Asp5 di

Reggio Calabria, del contagio da Covid-19 di un docente dello

stesso Dipartimento, residente a Catania, dove risulterebbe

ricoverato. Nella comunicazione a firma del Capo Dipartimento

dr. Giuseppe Zimbalatti è stata sottolineata l’importanza che

tutte le persone che nei giorni successivi al 19 febbraio sono

state a contatto con il docente, di comunicarlo immediatamente

al proprio medico curante, «come da linee guida ufficiali

emanate dagli organi preposti».

Appresa la notizia, in una nota diffusa in serata, i

rappresentanti di Cgil-Cisl-Uil, Fgu-Gilda, Snals e Usb-PI

nell’esprimere «la loro massima preoccupazione per la tutela

della salute di tutta la Comunità Accademica» hanno chiesto

l'applicazione immediata delle misure previste dalle normative

vigenti in materia.

«L'impegno del docente - hanno sottolineato i rappresentanti

sindacali - oltre che nella sua normale attività didattica e di

ricerca, in numerose altre attività, e la sua costante presenza

negli uffici della Cittadella universitaria, espongono l’intera

comunità ad un concreto rischio di contagio». Per questo hanno

giudicato «insufficienti le misure adottate dall’Università

Mediterranea e chiesto contestualmente «l'immediata chiusura di

tutti i plessi e la sanificazione di tutti i locali e uffici».

Sanificazione disposta fino all’8 marzo, periodo in cui, in

base a proprio decreto, il Rettore dell’Ateneo reggino, Marcello

Zimbone, ha disposto la chiusura delle aule didattiche.

Scegli la provincia 

Troverai l'elenco delle strutture convenzionate.

Cosenza
Crotone
Catanzaro
Vibo Valentia
Reggio Calabria