Rapporto Gimbe, Calabria tra le regioni con minore densità di contagio

 

ROMA - È fondamentale interpretare la "densità» del contagio utilizzando il numero dei casi

attualmente positivi, parametrati alla popolazione residente e non guardando ai numeri assoluti. Lo spiega Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe. Ciò, spiega, «perché altrimenti sono sempre le regioni più popolate ad influenzare politica e opinione pubblica sull'andamento dell’epidemia, sottovalutando, o addirittura ignorando quelle piccole dove il numero di contagi è apparentemente esiguo. L’indicatore più affidabile per misurare la densità del contagio è il rapporto

positivi/casi testati».

Attenzione però, aggiunge, «non il rapporto positivi/tamponi totali che includendo quelli di controllo (circa il 40%) e che sottostima di molto la circolazione del virus». Secondo questo rapporto, con i dati del 16 ottobre, le prime tre regioni con un valore più alto sono la Valle d’Aosta (22.8), seguita dalla Liguria (18.8) e dal Piemonte. Calabria (2.7), Basilicata (2.8) e Lazio (4.2) sono invece quelle con densità minore. Il numero assoluto dei casi vede invece in testa la Lombardia (19.128), la Campania (14.354) e il Lazio (12.317).

Please reload

Scegli la provincia 

Troverai l'elenco delle strutture convenzionate.

Cosenza
Crotone
Catanzaro
Vibo Valentia
Reggio Calabria
Please reload

Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
uneba calabria
UNEBA Calabria
Unione nazionale istituzioni e iniziative di assistenza sociale
P.iva/C.F.: 97063640797 
Via Lucrezia Della Valle 19/39 - 88100 Catanzaro (CZ)
unebacalabria@gmail.com