Bevacqua (Pd) chiede a Occhiuto di non nascondere la verità



REGGIO CALABRIA - «La funzione del commissario alla sanità, specialmente ora che è nelle mani del Presidente della Regione, non è quella di cercare colpevoli e scaricare responsabilità: questa storia l’abbiamo già vista e rivista. Il fatto che il commissariamento sia oggi appannaggio del massimo organo politico della Regione deve garantire un netto cambio di passo e prospettare soluzioni credibili, fattibili ed efficaci. Non è andando a ritroso che la Calabra conquisterà i servizi sanitari cui ha diritto». È quanto afferma il capogruppo PD in Consiglio regionale, Mimmo Bevacqua, all’indomani delle dichiarazioni rilasciate da Presidente Occhiuto in occasione della partecipazione al cosiddetto Tavolo Adduce, l’organismo interministeriale che vigilia sul piano di

rientro dal debito sanitario.

«Occhiuto - prosegue Bevacqua - dice che il deficit sanitario non esiste e che il problema sta soltanto nella incapacità di spendere delle Aziende ospedaliere e delle Asp: forse questa narrazione fa comodo per promuovere la sua neonata Azienda Zero, ma dimentica di segnalare i buchi e i vuoti interni alla Cittadella regionale. Perché è da mesi che pongo al Presidente Occhiuto una domanda e non ricevo risposta: che fine hanno fatto i 175 milioni disponibili per il Covid in Calabria da novembre 2020? Il presidente Occhiuto ha trionfalmente annunciato ieri il possibile sblocco del contributo di solidarietà di 60 milioni di euro contenuto nel decreto Calabria: si tratta, al momento, pertanto, di milioni teorici. Io parlo di milioni reali, che dormono da due anni. Sperando che non siano spariti».

«Detto questo - conclude Bevacqua - ben venga l’annuncio dell’inserimento nella rete ospedaliera regionale dei presidi di Praia a Mare, Trebisacce e Cariati (peraltro stabilito da tempo dai tribunali): ma ci sarebbe piaciuto che il commissario Occhiuto avesse avuto la sensibilità istituzionale di condividere il piano presentato al ministero. Magari anche per spiegarci le ragioni del ritardo nella programmazione di competenza della struttura commissariale».

Scegli la provincia 

Troverai l'elenco delle strutture convenzionate.

Cosenza
Crotone
Catanzaro
Vibo Valentia
Reggio Calabria
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
uneba calabria