Cosenza, Loizzo (Lega) teme conseguenze gravi con la chiusura dell'ufficio mobbing



COSENZA - «L'Asp di Cosenza si appresta a chiudere lo sportello mobbing e problemi lavorativi, uno strumento di protezione e prevenzione sociale che non può essere perso». Lo afferma Simona Loizzo, capogruppo della Lega nel consiglio regionale della Calabria.

«La decisione dell’Asp - afferma Loizzo - deriva dal fatto che l'attuale dirigente preposto sta per andare in quiescenza e non sarebbe possibile sostituirlo. Comprendo che ci siano problemi di carenze di personale anche amministrativo, ma ciò non giustifica una scelta che avrebbe ripercussioni sulla collettività. I casi di mobbing e di soprusi in danno dei lavoratori sono in costante aumento ed è indispensabile poter disporre di uno sportello di supporto che sia di sostegno alle giuste rivendicazioni dei soggetti pubblici e di prevenzione per quelli a rischio. Chiedo al commissario La Regina - conclude la capogruppo della Lega - di impedire che lo sportello mobbing chiuda e di adoperarsi per il rilancio e il potenziamento dei servizi offerti a un’utenza sempre più numerosa».

Scegli la provincia 

Troverai l'elenco delle strutture convenzionate.

Cosenza
Crotone
Catanzaro
Vibo Valentia
Reggio Calabria
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
uneba calabria