Crotone, impegni per Emodinamica e Tin


CROTONE - “Ho incontrato il commissario Guido Longo ed il subcommissario Angelo Pellicanò per discutere e rappresentare le più urgenti questioni in materia di sanità che in questi mesi stanno tenendo in apprensione la città di Crotone e la sua provincia. Devo riconoscere, e non posso che apprezzare molto, che ho ricevuto un’immediata accoglienza e disponibilità al dialogo e al confronto, oltre che una piena condivisione sugli argomenti affrontati e un identico desiderio di individuare insieme possibili soluzioni. In primo luogo, ho voluto affrontare un argomento molto importante e molto sentito dai crotonesi, che da lungo tempo rivendicano l’attivazione, presso l’ospedale cittadino, del reparto di Emodinamica, un servizio assente nella rete sanitaria della nostra provincia, con l’utenza costretta a trasporti di urgenza ed emergenza verso gli ospedali di Cosenza e Catanzaro, con un elevato rischio per la stessa vita dei pazienti. L’Emodinamica è un presidio salvavita la cui attivazione a Crotone è stata condivisa dal commissario Longo e dal subcommissario Pellicanò, che hanno manifestamente dichiarato la propria volontà di assicurare l’emodinamica al nostro ospedale. L’attivazione del reparto di Emodinamica è stata inserita nell’atto aziendale predisposto dall’Asp di Crotone, autorizzata dalla struttura commissariale regionale, ed oggi in attesa di un via libera da parte del ministero della Salute. Ho voluto, inoltre, affrontare con i commissari anche l’argomento TIN e reparto di neonatologia di Crotone. Su questo punto ho voluto farmi portavoce delle apprensioni delle mamme e delle famiglie crotonesi, e anche su questo obiettivo ho ricevuto rassicurazioni e piena e completa disponibilità, e soprattutto, la conferma che la Tin di Crotone non si tocca e resterà attiva e che si farà di tutto per rafforzarne la dotazione organica”. Lo afferma in una nota la consigliera regionale Flora Sculco.

Scegli la provincia 

Troverai l'elenco delle strutture convenzionate.

Cosenza
Crotone
Catanzaro
Vibo Valentia
Reggio Calabria