Migrazione sanitaria e tumori, si fa il punto all'università Magna Graecia


CATANZARO - In Calabria, ogni anno, il 60 per cento dei pazienti oncologici sceglie un’altra regione per curarsi, generando un debito pari a ben 220 milioni di euro a carico del sistema sanitario regionale. Sono almeno 120 mila i nuclei familiari calabresi, inoltre - secondo quanto rilevato da Demoskopika nel report Ips relativo al 2019 - a non potersi curare perché impossibilitati da una rilevante condizione di disagio economico e sociale. Saranno questi i temi, secondo quanto riferisce una nota, affrontati dal webinar ideato e coordinato dal rettore dell’università Magna Grecia di Catanzaro Giovambattista De Sarro e supportato dall’azienda farmaceutica Merck, previsto per oggi.

Rappresentati istituzionali, medici, esperti si confronteranno sulla condizione attuale dei pazienti oncologici, sulle performance del sistema sanitario calabrese e sui possibili scenari. E, ancora, sarà l’analisi della migrazione sanitaria ad alimentare un approccio dell’evento assolutamente concreto, alla luce dei dati allarmanti. Nel 2019, infatti, nella sola Calabria - secondo i dati forniti da Agenas - sono stati effettuati oltre 5 mila ricoveri extra-regionali di tipologia chirurgico-oncologica, registrando un indice di fuga, pari al 2,8 per cento, tra i peggiori del Paese.

"L'obiettivo dell’incontro - dichiara De Sarro - è quello di individuare un percorso condiviso con gli stakeholder del comparto della salute calabrese mirato prioritariamente a mitigare il preoccupante fenomeno migratorio. Tra gli strumenti da mettere in campo per attivare sinergie ispirate alla massima concretezza, l’attivazione di tavoli tecnici tra medicina territoriale, oncologi e istituzioni regionali che potrebbero generare un alto valore aggiunto in direzione di un processo di ottimizzazione della reta oncologica e di implementazione del registro tumori regionale».

È prevista la partecipazione del presidente facente della Regione Calabria, Nino Spirlì , del presidente della commissione Sanità della Regione Calabria Baldo Esposito, del componente della

commissione Affari Sociali alla Camera Massimo Misiti, del commissario ad acta Guido Longo, del dirigente generale reggente del dipartimento della Tutela della salute Giacomino Brancati, della dirigente farmacista del settore farmaceutico Simona Mirarchi, e del presidente di Demoskopika Raffaele Rio.

Inoltre, saranno presenti anche i commissari dalle aziende sanitarie e ospedaliere, oncologi, chirurghi, farmacisti, Ordine dei medici, rappresentanti di società scientifiche e associazioni che operano sul territorio a supporto dei malati.

Scegli la provincia 

Troverai l'elenco delle strutture convenzionate.

Cosenza
Crotone
Catanzaro
Vibo Valentia
Reggio Calabria
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
uneba calabria