Interventi chirurgici per tumore alla mammella, in Calabria riduzione al 30%



ROMA - Tra il 2019 e il 2020 si è assistito a una riduzione complessiva di oltre 144,5 milioni di prestazioni di specialistica ambulatoriale per un valore di 2,1 miliardi. Lo evidenzia, ricordando le analisi della Corte dei Conti e Agenas-Sant'Anna di Pisa sul tema, il Rapporto civico sulla salute. I diritti dei cittadini e il federalismo in sanità, presentato da Cittadinanzattiva.

Sempre nello stesso periodo il volume dei ricoveri totali (ordinari e in Day hospital) nelle strutture pubbliche o private si è ridotto di circa 1.775.000 prestazioni, con una riduzione pari al 21% (-14,4% di quelli urgenti e - 26% degli ordinari). Le variazioni più marcate riguardano Calabria (-30,6%), Puglia (-28,1%), Basilicata (-27,1%), Campania (-25%).

Per l’oncologia, tra 2019 e 2020 c'è stata una riduzione di circa 5.100 interventi chirurgici per tumore alla mammella (-10% a livello nazionale, con punte del 30% in Calabria); circa 3.000 interventi in meno per tumore al colon retto (-17,7% a livello nazionale, la riduzione maggiore nella P.A. di Trento con un -39,6%); circa 1.700 interventi chirurgici in meno per tumore alla prostata (in particolare in Basilicata -41,7%, in Sardegna -39,6% e in Lombardia -31,1%).

Scegli la provincia 

Troverai l'elenco delle strutture convenzionate.

Cosenza
Crotone
Catanzaro
Vibo Valentia
Reggio Calabria
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
uneba calabria