La Regione impugna il Dl Calabria 2 davanti alla Consulta


CATANZARO – La Giunta regionale della Calabria ha autorizzato la presentazione del ricorso alla Corte costituzionale contro il “Decreto Calabria 2”, la norma con la quale è stato disposto il prolungamento del commissariamento della sanità calabrese. Lo rende noto un comunicato diffuso dall’Ufficio stampa della Regione Calabria, evidenziando che l’esecutivo regionale ha autorizzato il presidente Nino Spirlì, in qualità di legale rappresentante dell’ente, a conferire la procura speciale agli avvocati difensori e ha dato mandato all’Avvocatura regionale per l’esecuzione del provvedimento.

Scegli la provincia 

Troverai l'elenco delle strutture convenzionate.

Cosenza
Crotone
Catanzaro
Vibo Valentia
Reggio Calabria