Reggio, formiche sì ma in ambienti inutilizzati dell'ospedale

REGGIO CALABRIA - «Gli ambienti in cui è stata segnalata la presenza di insetti, come correttamente riportato da alcuni organi di informazione, sarebbero destinati alla sala mortuaria ed alla risonanza magnetica, ma allo stato attuale sono inutilizzati». Lo afferma una nota della direzione del Grande ospedale metropolitano di Reggio Calabria, dopo la scoperta della presenza di formiche in un’ala del nosocomio. «Inoltre - prosegue il comunicato - nei pressi dei locali non vi è alcuna area di degenza ospedaliera. Pertanto, l’episodio non ha rappresentato alcun tipo di problema per le condizioni igieniche dei pazienti e per le aree ove si effettuano i servizi. L’inconveniente, peraltro di modeste dimensioni, è stato tempestivamente preso in carico, prima della segnalazione avvenuta sui social network, dal direttore medico del presidio 'Morellì, Leo Antonino Verduci. Quindi l’area è stata immediatamente ed adeguatamente bonificata. L’episodio spiacevole, benché isolato, è facilmente spiegabile con la presenza di un giardino interno sul quale si affaccia la porta taglia fuoco dalla quale, probabilmente, gli insetti sarebbero entrati. L’area in questione è adiacente al cantiere per l'ampliamento della struttura ospedaliera». «La Direzione generale del Gom - conclude la nota - intende ribadire la propria attenzione nei confronti delle condizioni igieniche delle aree ospedaliere che sono garantite da operatori estremamente professionali e da regolamenti e procedure rigorose».  

Scegli la provincia 

Troverai l'elenco delle strutture convenzionate.

Cosenza
Crotone
Catanzaro
Vibo Valentia
Reggio Calabria
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
uneba calabria
UNEBA Calabria
Unione nazionale istituzioni e iniziative di assistenza sociale
P.iva/C.F.: 97063640797 
Via Lucrezia Della Valle 19/39 - 88100 Catanzaro (CZ)
unebacalabria@gmail.com