top of page

Corsi formativi per la medicina di genere


CATANZARO - «Il Dipartimento Salute del la Regione, diretto da Iole Fantozzi, e il tavolo tecnico

regionale, coordinato da Maria Pompea Bernardi, hanno avviato un programma di incontri relativo all’allineamento formativo per le professioni sanitarie in Calabria in tema di Medicina di genere». Lo riferisce un comunicato dell’ufficio stampa della Giunta regionale.

«I prossimi 27 e 28 ottobre, alla Cittadella regionale - è detto nel comunicato - si partirà con la formazione dei primi referenti indicati dalle aziende sanitarie, ospedaliere e universitarie. Il corso formativo è aperto a tutte le figure sanitarie e alle diverse specialità con possibilità di ottenere crediti formativi. Dopo le prime due giornate, il ciclo formativo proseguirà, sempre alla Cittadella regionale, il 3 e 4 novembre con approfondimenti specialistici di prestigiosi relatori regionali e nazionali. Continuerà, poi, a gennaio con altre due giornate ancora da stabilire. Con questa ratio la medicina di genere si inserisce così a pieno titolo nel programma formativo della Regione Calabria che tende ad allinearsi a quanto regolamentato dal Piano applicativo nazionale nato dopo la Legge 3 art.3. Le giornate formative coinvolgeranno tutte le figure impegnate nelle professioni sanitarie operanti nelle strutture pubbliche e private, che saranno supportate nell’aggiornamento formativo riguardanti le prestazioni sanitarie sempre più appropriate ed efficaci, allineando le conoscenze del personale medico e sanitario calabrese in tema di Medicina di genere con i riferimenti istituzionali nazionali». «L'approccio della Medicina di genere - afferma Caterina Ermio, neurologa, primario dell’ospedale Giovanni Paolo II di Lamezia Terme e referente regionale del tavolo di Medicina di genere - garantisce ad ogni individuo l’appropriatezza degli interventi di prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione, con particolare attenzione alle malattie che presentano rilevanti differenze di genere nell’incidenza, nella prevenzione, nella sintomatologia, nella diagnosi, nella prognosi e nell’accesso alle cure. Per questo si rende necessario - aggiunge - coinvolgere e responsabilizzare tutte le componenti del Sistema salute e garantire adeguati livelli di formazione e di aggiornamento del personale medico e sanitario attraverso un approccio interdisciplinare tra le diverse aree sanitarie».


Коментари


Scegli la provincia 

Troverai l'elenco delle strutture convenzionate.

Cosenza
Crotone
Catanzaro
Vibo Valentia
Reggio Calabria
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
uneba calabria
bottom of page