Covid, in Calabria segni di frenata della crescita



ROMA - Le curve relative all’epidemia di Covid-19 in Italia continuano a mostrare segnali di rallentamento nella crescita, ma la situazione è instabile in quanto ci sono elementi negli ultimi giorni a favore di una nuova accelerazione, come è accaduto di recente. Lo indica l'analisi del matematico Giovanni Sebastiani, dell’Istituto per le Applicazioni del Calcolo Picone, del Consiglio nazionale delle Ricerche (Cnr). Sempre secondo l’analisi del matematico la situazione nelle regioni è ancora eterogenea: mentre in alcune si osserva un’accelerazione della crescita della curva dei contagi e in altre segni di frenata, altre ancora mostrano una crescita lineare e altre sono in stasi.

«Frena la crescita della curva della percentuale dei positivi ai test molecolari, mentre cresce linearmente la curva del totale di positivi, frena la crescita della curva degli ingressi giornalieri in terapia intensiva e quella dell’incidenza giornaliera dei decessi», osserva Sebastiani. «Da 4 giorni il numero di province in cui negli ultimi 7 giorni l'incidenza è aumentata almeno del 40% rispetto ai 7 giorni precedenti ha smesso di diminuire e si mantiene tra 35 e 40; una cosa analoga è accaduta poco più di due settimane fa». Secondo l'esperto è quindi possibile che questo numero torni a salire, come è successo allora. I dati dei prossimi giorni - ha aggiunto - saranno utili per avere una conferma. Questa tendenza recente - ha detto ancora - potrebbe avere conseguenze anche sulla frenata della crescita delle curve citate prima, che potrebbe essere ridotta e poi tramutarsi in una nuova accelerazione, come è già successo recentemente.

Ecco di seguito la situazione eterogena rilevata nelle regioni e province autonome, con i dati relativi all’incidenza dei positivi (numero di casi per 100.000 abitanti a settimana):

LA CRESCITA DEI POSITIVI TOTALI ACCELERA in Lombardia (106), provincia autonoma di Trento (131), Valle d’Aosta (218), Veneto (194);

SONO IN CRESCITA LINEARE Abruzzo (99), Emilia Romagna (134), Lazio (118), Marche (130), Piemonte (80), Sardegna (45), Umbria (65);

SEGNI DI FRENATA DELLA CRESCITA nella provincia autonoma di Bolzano (417), in Calabria (61), Campania (99), Friuli Venezia Giulia (313), Liguria (125), Molise (51), Toscana (74); SONO IN STASI Basilicata (30), Puglia (38), Sicilia (77).

Scegli la provincia 

Troverai l'elenco delle strutture convenzionate.

Cosenza
Crotone
Catanzaro
Vibo Valentia
Reggio Calabria
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
uneba calabria