In Parlamento il caso Bortoletti



ROMA - «Superare gli ostacoli di natura burocratica e permettere al colonnello Bortoletti di insediarsi quale sub-commissario per l’attuazione del Piano di rientro dal disavanzo del settore sanitario della Regione Calabria». È la richiesta avanzata dai parlamentari calabresi del Movimento 5 Stelle Alessandro Melicchio 8prtimo firmatario), Massimo Misiti, Paolo Parentela, Giuseppe D’Ippolito, Anna Laura Orrico, Riccardo Tucci e Elisabetta Barbuto che hanno sottoscritto l'interrogazione ai Ministri della Difesa, dell’Economia e delle Finanze e della Salute.

I parlamentari pentastellati chiedono di conoscere «le ragioni per le quali tarda ancora l’effettività di una nomina così fondamentale per cercare di mettere un argine alle disastrose condizioni in cui versa la sanità in Calabria. La Regione è da più tempo interessata ad un piano di rientro sanitario, le aziende del servizio sanitario hanno gravissimi problemi di bilancio, due Asp sono commissariate per mafia ed è sempre più necessaria la riorganizzazione della rete ospedaliera al fine del raggiungimento degli obiettivi di risanamento della medesima da disservizi e sprechi e per garantire i minimi Livelli essenziali di assistenza. Laddove la Calabria risulta ultima in Italia per la quantità e la qualità dei servizi offerti dalle strutture sanitarie del servizio pubblico».

L'insediamento del sub commissario, secondo i parlamentari del M5s permetterebbe alle «Aziende sanitarie calabresi più compromesse sotto il profilo contabile, come quelle di Reggio Calabria e Cosenza, di avviare le procedure di assestamento dei bilanci».

Scegli la provincia 

Troverai l'elenco delle strutture convenzionate.

Cosenza
Crotone
Catanzaro
Vibo Valentia
Reggio Calabria
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
uneba calabria