top of page

La Garante incontra il ministro




ROMA – “Insieme per garantire la salute di tutti”: è con questo spirito, scelto anche come slogan dell’evento, che il Garante regionale della Salute, Anna Maria Stanganelli ha partecipato alla terza “Giornata nazionale del personale sanitario, sociosanitario, socioassistenziale e del volontariato”, che si è celebrata ieri, 20 febbraio, presso l’Aula Magna della Pontificia Università San Tommaso D’Aquino, alla presenza del Ministro della Salute Orazio Schillaci, del vicepresidente del Senato Maurizio Gasparri, del Vicepresidente della Cei, monsignor Francesco Savino e di altre personalità. Una data altamente simbolica, quella del 20 febbraio, scelta per ricordare il giorno in cui a Codogno venne scoperto il “paziente uno” affetto da Coronavirus. Tra le problematiche affrontate nel corso degli interventi, al quale hanno aderito le undici Federazioni e Consigli nazionali degli Ordini delle Professioni, anche la piaga delle violenze fisiche e verbali che i professionisti della sanità continuano a subire. Un tema sul quale si è soffermato, intervenendo alla cerimonia, il ministro Schillaci annunciando che, a breve, partirà il tavolo dedicato ai Pronto Soccorso. Schillaci ha infatti rimarcato come sia indifferibile mettere in atto tutte le iniziative necessarie a tutelare l’incolumità del personale sanitario e sociosanitario, alla luce degli episodi di aggressione che si ripetono con sconcertante frequenza, in particolare contro le donne, e ha informato di essersi attivato per efficientare le attività di monitoraggio e prevenzione dell’Osservatorio nazionale sulla sicurezza degli esercenti le professioni sanitarie e sociosanitarie. Per il vicepresidente della Cei invece sono tre le direzioni verso le quali procedere: potenziare in alcune Regioni la rete ospedaliera per dare a tutti la possibilità di accedere all’alta qualità delle cure; riequilibrare l’ospedale e la medicina di prossimità in particolare con i servizi domiciliari alla persona e, infine, potenziare l’offerta di servizi e strutture a carattere socio assistenziale in favore delle persone più fragili, rimettendo in particolare al centro la figura degli anziani. A margine dell’evento, la Garante regionale della Salute, Stanganelli ha avuto modo di incontrare e di confrontarsi con il Ministro Schillaci il quale ha ribadito la sua attenzione nei confronti della Calabria. «Reputo molto importante – ha aggiunto Stanganelli – l’avvio di iniziative come quella annunciata dal Ministro della salute che devono tutelare la categoria degli operatori sanitari che ogni giorno lavora in condizioni di emergenza. La messa in atto di misure efficaci ad arginare questo triste fenomeno è dunque un’ottima notizia; penso, ad esempio, a degli appositi protocolli d’intesa tra le Prefetture e le aziende ospedaliere o all’impiego di determinati sistemi di sicurezza».


Komen


Scegli la provincia 

Troverai l'elenco delle strutture convenzionate.

Cosenza
Crotone
Catanzaro
Vibo Valentia
Reggio Calabria
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
uneba calabria
bottom of page