Reggio, cure domiciliari sospese da luglio

REGGIO CALABRIA - “Facendo seguito alla comunicazione con la quale il Coordinamento art.32 ha informato gli organi competenti della grave condizione di abbandono in cui versano i servizi sanitari nel territorio dell’Asp 5, gli enti erogatori dei servizi di cure domiciliari integrate, hanno inviato una lettera al prefetto di Reggio Calabria, per richiedere un incontro urgente al fine di trovare in tempi brevi una soluzione che garantisca il riconoscimento dei diritti di tutte le parti coinvolte”. Lo afferma il consorzio Macrame’ in una nota. Nella missiva, inoltre, gli enti erogatori hanno comunicato che, a partire dal prossimo 1 luglio, cesseranno l’erogazione di tutti i servizi di cure domiciliari integrate. Ciò in conseguenza del fatto che, nonostante siano trascorsi 6 mesi dalla scadenza del rapporto contrattuale e oltre un mese dalla prima interlocuzione con la triade commissariale, “nessun atto formale è stato posto in essere da parte dell’Asp 5 - è detto ancora - in merito alla formalizzazione del rapporto con gli enti erogatori”.

Scegli la provincia 

Troverai l'elenco delle strutture convenzionate.

Cosenza
Crotone
Catanzaro
Vibo Valentia
Reggio Calabria