Magorno (IV): No alle cure riabilitative solo dopo il coma

CATANZARO - «L'idea di garantire le cure neuroriabilitative del Servizio sanitario nazionale solo per i pazienti che si sono ritrovati in stato di coma per almeno 24 ore non può assolutamente diventare realtà. Si tratta di una decisione gravissima, una norma che escluderebbe, potenzialmente, migliaia di persone». Lo afferma, in una dichiarazione, il senatore di Italia Viva Ernesto Magorno. «Come dimostrato, infatti, dal presidente della Società italiana di neurologia, Gioacchino Tedeschi - prosegue Magorno - sono diverse le patologie che, purtroppo, portano a subire danni neurologici senza passare attraverso un livello di coma. Insomma, mettere un paletto come questo, non significa solo negare il diritto alla salute, ma anche compiere un atto illegittimo. Cosa, questa, certificata anche dal Consiglio di Stato. È necessario, dunque, che il ministro Speranza accolga l'allarme delle società scientifiche e intervenga per evitare quella che si rivelerebbe come una vergognosa discriminazione. Non esistono cittadini di serie A e serie B». 

Scegli la provincia 

Troverai l'elenco delle strutture convenzionate.

Cosenza
Crotone
Catanzaro
Vibo Valentia
Reggio Calabria
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
uneba calabria