Influenza, in Calabria non attivata la sorveglianza


ROMA - L’influenza non decolla. In Italia, nella settimana dall’11 al 17 gennaio, l’incidenza delle sindromi simil-influenzali è stabile e sotto la soglia, con 1,5 casi per mille assistiti, nella scorsa stagione in questa settimana il valore era di 8,5 casi per mille assistiti: 7 volte in meno rispetto al 2020. Gli italiani colpiti da influenza nell’ultima settimana sono 89.400. Questa la situazione fotografata dall’ultimo rapporto Influnet, in cui sui precisa che "causa emergenza Covid-19, Provincia autonoma di Bolzano, P.a. di Trento, Sardegna, Campania e Calabria non hanno ancora attivato la sorveglianza". Dall’inizio della sorveglianza il totale è di circa 1.478.000 casi.

In tutte le Regioni italiane che hanno attivato la sorveglianza, riferisce il report della rete di sorveglianza dell’Istituto superiore di sanità, il livello di incidenza delle sindromi simil-influenzali è sotto la soglia. Nella fascia di età 0-4 anni l’incidenza è pari a 2,95 casi per mille assistiti, nella fascia di età 5-14 anni a 1,15, nella fascia 15-64 anni a 1,42 e tra gli individui di età pari o superiore a 65 anni a 1,05 casi per mille assistiti.

Scegli la provincia 

Troverai l'elenco delle strutture convenzionate.

Cosenza
Crotone
Catanzaro
Vibo Valentia
Reggio Calabria
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
uneba calabria
UNEBA Calabria
Unione nazionale istituzioni e iniziative di assistenza sociale
P.iva/C.F.: 97063640797 
Via Lucrezia Della Valle 19/39 - 88100 Catanzaro (CZ)
unebacalabria@gmail.com