Le strutture extraospedaliere diffdano le Asp calabresi a erogare 7 mln per dpi e mancato fatturato



CATANZARO - Rischia di trasformarsi in una grossa grana legale per la Regione la mancata corresponsione di oltre sette milioni alla quasi totalità delle strutture sanitarie e socio-sanitarie accreditate e convenzionate operanti nel territorio calabrese, che hanno più volte chiesto un concreto intervento per far fronte agli improvvisi ed ulteriori costi che sono quotidianamente costrette ad affrontare da quando è insorta l’epidemia da Sars Covid. L'avvocato Francesco Rotundo, in nome e per conto delle associazioni di categoria Uneba Calabria, Crea Calabria, Aris, Aiop Assistenza territoriale, ha diffidato le Aziende sanitarie provinciali della Calabria ad “attivare senza indugi le procedure di fornitura dei Dpi agli erogatori privati accreditati nonché al rimborso nei loro confronti delle spese sostenute sin dall’inizio della pandemia sempre in relazione ai dispositivi di protezione imposti, ed al mancato fatturato per tutti quegli erogatori costretti ad interrompere e/o sospendere le attività in conseguenza dei provvedimenti restrittivi emessi nella fase emergenziale, nella misura del 90% del budget contrattualizzato per gli anni 2020 e 2021”. In caso di “perdurante disinteresse”, gli erogatori minacciano di rivplgersi all'autorità giudiziaria per far valere i loro diritti.

La situazione di difficoltà, rappresenta il legale, è aggravata dal fatto che tutte le strutture hanno dovuto adeguarsi alle direttive imposte dalla Regione Calabria con l'interruzione delle attività ambulatoriali ed una consistente diminuzione del numero dei ricoveri. Da qui la richiesta al presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, che è anche commissario alla sanità, di istituire un tavolo tecnico regionale e la «conseguenziale adozione di tutti gli atti e provvedimenti ritenuti opportuni ed efficaci». La Calabria è fanalino di coda anche negli aiuti agli erogatori privati convenzionati, dal momento che le altre Regioni hanno già provveduto.

Scegli la provincia 

Troverai l'elenco delle strutture convenzionate.

Cosenza
Crotone
Catanzaro
Vibo Valentia
Reggio Calabria